Chi siamo

Chi siamo

Il tuo partner unico nella carpenteria meccanica

1960-1968
Vavassori Angelo, attuale amministratore della DAV, lavorava come carpentiere-tubista presso un’impresa a Milano che, a causa della crisi che dilagò in quegli anni, aveva poco lavoro. Attrezzata una piccola officina, nella cantina sottostante la sua abitazione, cominciò a costruire semplici manufatti in ferro; realizzava chiavi e riparava serrature serrande e tapparelle avvalendosi di un trapano, un seghetto ed una piccola saldatrice. Nel mese di novembre del 1963, non essendo più conveniente mantenere il posto di lavoro, si dedicò completamente all’attività in proprio, riuscendo in due anni a trasferirsi in un seminterrato di circa 200 mq nel quartiere di Affori a Milano. Avendo maturato esperienza e nuovi clienti, acquistò una cesoia ed una piegatrice per lamiera oltre alla saldatrice industriale e ad altre attrezzature minori, costruendo cancellate, portoni, lattoneria, impianti termici e sanitari.

Nel 1968 Vavassori incontrò un artigiano con il quale allacciò rapporti di lavoro e molto presto di amicizia. Nacque una reciproca collaborazione ed assieme cominciarono a costruire manufatti per l’edilizia (porte in ferro, sportelli, armadietti, convogliatori ecc..) finché si profilò un nuovo cliente nel settore delle carrozzerie per autobus che dette un nuovo slancio ai due.

1969-1970
Nel 1969 nasce la DAV, Ditta Angelo Vavassori e in quello stesso anno l’attività si trasferì da Milano a Rho.
Anche l’amico artigiano si trasferì a Rho e le due società continuarono la loro collaborazione pur tenendo divisi gli ordini clienti e gli interessi, anche perché il lavoro si era ormai sviluppato per ognuno in maniera distinta. Qualche anno più tardi la gestione amministrativa della società fu presa in carico dalla moglie Angela.

1973-1975
La DAV acquista il suo primo capannone di 800 mq ed amplia il suo parco macchine riuscendo così a produrre strutture di autobus montate sugli stessi autotelai nella quantità di n. 6 al giorno in tre turni lavorativi. Al fine di sviluppare il reparto di carrozzeria e quello dei manufatti per l’edilizia, nel 1975 viene costruito un secondo capannone di 600 mq circa ed una palazzina.

1978-1980
A causa della crisi dei paesi Arabi, in cui venivano esportati la maggior parte dei veicoli costruiti, di colpo cessa la grande produzione e contemporaneamente ha inizio la crisi dell’edilizia. La DAV si adatta alle nuove esigenze di mercato e inizia la realizzazione di prototipi di carrozzerie per autobus ma soprattutto Motorhomes: fu la prima società del settore a costruire carrozzerie interamente in alluminio, sia in proprio che per altre aziende specializzate nel settore delle Roulottes e dei veicoli da campeggio. Realizzò un Motorhome per la squadra corse Ferrari, uno per la scuderia Elf Renault e per un gran numero di team impegnati in competizioni di motocross e go-kart.
Il 1982 fu un anno nero! La crisi si faceva molto pesante ed in quell’anno l’amico che aveva iniziato l’attività insieme a Vavassori viene improvvisamente a mancare.

1983-1990
Vavassori dedica molto tempo alla ricerca di prodotti alternativi come la produzione di parti e componenti di ascensori, la costruzione di carpenteria metallica per gruppi elettrogeni, carrelli, scale, pulmini e macchine speciali per il servizio aeroportuale, progettazione di arredi museali (Museo della storia Naturale di Milano, Museo Numismatico di Aosta, Museo del parco del Ticino, ecc..) bibliobus e arredo urbano.

Per meglio rispondere alle esigenze dei più svariati settori merceologici in cui andava inserendosi, la DAV investe in nuove tecnologie, installando nel 1988 una punzonatrice CNC a 22 stazioni e sostituendo la maggior parte dei macchinari con altri tecnologicamente più avanzati ed efficienti.

1991-1995
DAV fu tra le prime aziende nel settore ad acquistare un centro di taglio laser compiendo un salto di qualità che permise di diversificare la sua produzione ed acquisire numerosi nuovi clienti.
Quattro anni dopo DAV acquistò un capannone di 1.000 mq che permise di ampliare l’ufficio tecnico ed inserire il secondo centro di taglio laser oltre ad una piegatrice a 9 assi idraulica.

1998-2000
Una volta terminati gli studi di ingegneria meccanica, Stefano, il maggiore dei tre figli della fam. Vavassori, entra in azienda e la prepara a quel salto qualitativo che dovrà condurla a certificare il proprio sistema di produzione secondo la norma UNI EN ISO 9001.

2000-2003
DAV inizia la costruzione di un nuovo insediamento produttivo di 3.000 mq più 600 mq di uffici. Ultimata la costruzione del nuovo insediamento produttivo e dei nuovi uffici acquista n° 2 nuovi impianti di taglio laser di ultima generazione, n° 1 piegatrice da 500ton x5m e qualifica il proprio processo di saldatura e gli operatori secondo le norme UNI EN 287-288. Nello stesso anno ottiene la certificazione del proprio sistema di gestione della qualità secondo le norme UNI-EN ISO 9001.

Nel 2002 l’azienda acquista un ulteriore impianto di taglio laser (potenza di 4000W e campo di lavoro di 2x4m) , incrementa il personale impiegato ed il volume di lavoro.

Nel 2003 DAV aggiorna il sistema di gestione della qualità secondo le norme UNI-EN ISO 9001: 2000. In quello stesso anno entra in azienda anche Barbara, sorella di Stefano.

2004-2005
Per far fronte al continuo aumento del volume di produzione e per esigenze di efficienza e qualità nel 2004 viene acquistato un nuovo centro di taglio laser di ultima generazione (potenza 5200W) e viene installato n° 1 robot di saldatura MIG-TIG. L’anno successivo viene acquistato un magazzino automatico per lo stoccaggio delle lamiere completamente automatizzato ed integrato con tre impianti di taglio laser per permettere il lavoro notturno senza la presenza di operatori.

2007 -2009
Per rispondere alle esigenze dei suoi clienti e per unificare la realtà produttiva dislocata ormai su n. 5 siti produttivi, DAV inizia la costruzione di due nuovi capannoni per un totale di 5.000 mq in un lotto di terreno adiacente il sito produttivo principale. Complessivamente l’area industriale occupata dalla società sarà di 15.000 mq di cui 9.500 mq coperti.
Nel 2008 al termine della costruzione viene acquistato il sesto centro di taglio laser avente prestazioni e tecnologia all’avanguardia, anch’esso automatizzato con un robot di carico/scarico lamiere.

Nel 2009 anche l’ultima figlia di Angelo, Claudia, entra a far parte dell’organico nell’area amministrativa.

2010-2017
Negli anni della crisi economica mondiale per poter rimanere competitivi e affrontare il mercato DAV ha cercato di instaurare partnership con clienti nuovi e reti e alleanze con i migliori fornitori per offrire uno standard qualitativo ed un servizio sempre più elevato.

Per rimanere in linea con lo sviluppo tecnologico che ci ha sempre caratterizzati, nel 2017 vengono installati un impianto di sabbiatura e una cella di presso-piegatura robotizzata.

2019
DAV compie 50 anni dalla sua fondazione come ditta individuale.
Oggi è in atto il passaggio alla seconda generazione che si fonda sull’Esperienza, sui Valori e sulle Persone che hanno lavorato e lavorano al nostro fianco con operosità e ingegno, credendo nell’azienda.
Forti di queste premesse lavoriamo per costruire il futuro!

CENNI STORICI

DAV nasce nel 1969 dalla passione imprenditoriale del suo fondatore Vavassori Angelo.

Nei primi anni l’attività principale era la costruzione di manufatti per l’edilizia e la realizzazione di prototipi di carrozzerie per autobus, caravan e veicoli speciali.
Dagli anni ‘90 in poi l’attività si è diversificata nella lavorazione della lamiera per diversi settori industriali, con un costante investimento in tecnologia. DAV è tra le prime aziende in Lombardia ad installare un impianto di taglio laser a CO2 e tra le prime in Italia ad installare un magazzino lamiere completamente automatizzato per produzioni “non presidiate”.